amianto

Smaltimento amianto in Toscana

By 2 Giugno 2021 Giugno 7th, 2021 No Comments
smaltimento amianto toscana

Hai bisogno di un’azienda e professionisti per lo smaltimento amianto Toscana? Contattaci!

L’amianto è un materiale di origine naturale con una struttura fibrosa: la sua elevata resistenza lo ha reso un ottimo additivo per il cemento o per le vernici e per questo è stato largamente impiegato in edilizia per realizzare grondaie, tubi, feltri per sotto-finestre, ma anche tramezzi e piastrelle.

L’amianto però se danneggiato, rappresenta un pericolo per l’uomo. La produzione, la lavorazione e la vendita dell’amianto sono fuori legge in Italia dal 1992.

La legge n. 257 del 1992, oltre a stabilire termini e procedure per la dismissione delle attività inerenti all’estrazione e alla lavorazione dell’amianto, è stata la prima a occuparsi anche dei lavoratori esposti all’amianto.

In molti edifici costruiti fino al 1994 si trova l’amianto in diversi componenti.

Le lastre di cemento amianto per coperture sono meglio conosciute con il nome dell’allora principale produttore, Eternit, e la copertura in eternit, o più semplicemente eternit, è diventata sinonimo di tali prodotti, anche se fabbricati da altre aziende.

Come rimuovere l’amianto?

Se si possiede un immobile di vecchia costruzione è consigliabile controllare l’eventuale presenza di amianto. Per fare ciò bisogna rivolgersi a degli esperti. La procedura di rimozione e smaltimento dell’amianto deve essere svolta unicamente da ditte specializzate, proprio perché anche solo la valutazione comporta rischi per la salute, se le parti in amianto risultano danneggiate.

È nostro compito:

  • verificare la presenza di amianto tramite un sopralluogo;
  • preparare e inviare la documentazione per le autorizzazioni necessarie all’Asl, almeno 30 giorni prima dell’inizio dei lavori;
  • incapsulare il materiale coprendolo con prodotti penetranti o ricoprenti;
  • bonificare le superfici circostanti, sulle quali il prodotto in amianto poggiava;
  • rimuovere il prodotto;
  • smaltire definitivamente il prodotto in discarica.

Questi passaggi devono essere eseguiti nel massimo rispetto della sicurezza, dal momento che il materiale, se danneggiato o spostato, può rilasciare polveri.

Sono obbligato a rimuovere e smaltire l’amianto dalla mia abitazione?

La legge non obbliga a rimuovere l’amianto, ma ricorda che questo materiale può causare un rischio per la salute, soprattutto se è danneggiato. Secondo la normativa, i proprietari di immobili contenenti amianto devono occuparsi della sua manutenzione. Se il materiale è friabile, il proprietario è obbligato a comunicare la sua presenza all’Asl di riferimento e procedere al suo smaltimento. In caso di quantitativi minori a 900 kg, può essere smantellato in autonomia, ma poiché questa è una pratica rischiosa per la tua salute è sempre meglio affidarsi a degli specialisti. Qualora, invece, l’amianto presente nella tua casa sia compatto, non vi è nessun obbligo di comunicazione. Si dovrà però effettuare un’ispezione e una valutazione del rischio e nel caso in cui l’immobile sia danneggiato sarai obbligato ad affidarti ad una ditta specializzata.

Sei proprietario di edifici e hai bisogno di un servizio di smaltimento amianto Toscana? Contattati per un preventivo! Liberati dall’amianto e vivi in serenità. Che la tua abitazione o un edificio di tua proprietà siano soggetti ad amianto non è più un problema per la rimozione o per il risanamento. Contattaci e ripariamo a questo problema!